fbpx

LA NECESSITÀ DI UN NUOVO PARADIGMA PER LA FORMAZIONE E LA PRESTAZIONE IN AMBITO SPORTIVO

Le nuove conoscenze oggi a nostra disposizione riguardo l’apprendimento motorio e sportivo in ambito neurobiologico, psicologico e pedagogico rappresentano non più una semplice opportunità di crescita e di ampliamento della nostra offerta e capacità formativa quanto piuttosto un imperativo morale e professionale a ripensare e ridisegnare il nostro approccio alla didattica e alla prestazione in ambito sportivo nonché l’opportunità di ottenere un notevole vantaggio strategico per tutti i club, i tecnici e i professionisti che riusciranno a implementare in breve tempo soluzioni metodologiche coerenti ed efficaci in questo nuovo scenario.

Dobbiamo quindi essere in grado di effettuare quello che a tutti gli effetti rappresenta un completo e necessario cambiamento del paradigma concettuale ed operativo e delle nostre modalità d’intervento sul campo piuttosto che una semplice variazione delle nostre proposte, siano esse orientate alla formazione o di ricerca dell’alta prestazione.

Non una semplice sostituzione o aggiunta di contenuti, quindi, ma una riorganizzazione dei fini, degli strumenti, dello sguardo su tutti gli aspetti e gli attori dell’intero processo formativo.

Volendo sintetizzare potremmo metodologicamente identificare alcuni dei necessari passi da compiere verso la definizione di un nuovo possibile paradigma:

  • ripensamento del processo formativo come fenomeno intermittente, carsico, reciproco, complesso e collettivo;
  • riformulazione coerente dei principi che guidano e regolano l’attività didattica, formativa e di prestazione;
  • riorganizzazione funzionale e strutturale degli ambienti di apprendimento e di prestazione, delle proposte e delle esperienze di gioco;
  • rielaborazione funzionale delle modalità d’intervento sul campo;
  • mantenimento di un sistema aperto alle evidenze e alle emergenze del contesto e delle attività, attraverso un attento processo di analisi, comprensione e autovalutazione;
  • utilizzo funzionale dei nuovi e necessari strumenti tecnologici oggi a disposizione volti ad adiuvare la comprensione e la gestione della complessità del contesto in cui operiamo (e non a ridurla, banalizzarla o sterilizzarla);

Siamo convinti che, per potersi orientare in un terreno così ampio e non privo d’insidie, per di più in un contesto sociale, tecnologico, culturale in continua mutazione, siano necessari dei chiari punti di riferimento che ci possano aiutare a fornire le giuste prospettive e chiavi interpretative al nostro operare quotidiano su di un campo gioco.

Noi di TacticalPedia riconosciamo come uno dei principi chiave di questa epoca sociale, scientifica, sportiva il concetto di relazione, il rumore di fondo verso cui culturalmente tutte le discipline e, con esse, l’agire individuale di molti oggi si muovono silenziosamente a risonanza.

Fisica, neuroscienze, economia e tutti gli ambiti che caratterizzano l’espressione culturale e sociale del nostro tempo sono indirizzate in questa direzione. Lasciando il compito di approfondire agli articoli, agli incontri e alle pubblicazioni che già trovate e troverete sulla nostra piattaforma e volendo fare semplicemente una carrellata delle più note tendenze espresse non possiamo evitare di citare le più recenti teorie sul tempo o sui quanti, sui neuroni specchio, sull’intelligenza emotiva, sull’economia dei social networks…

Nostro compito diventa quindi quello di ridisegnare completamente il nostro firmamento di riferimento abbandonando l’informazione per l’idea, sostituendo la trasmissione di nozioni con la condivisione di esperienze e, per tornare sul campo, interpretando dinamiche e prospettive di gioco non secondo il movimento ma l’agire di un giocatore, dimenticando per un attimo i suoi obiettivi per comprendere il ‘senso’ del suo gioco e così via, come andremo scoprendo assieme ai nostri tecnici.

Il secondo elemento caratterizzante del tempo odierno che vogliamo sottolineare, questa volta non come principio e motore ma come chiave interpretativa, è identità.

Per potersi muovere con sicurezza e determinazione su un campo di gioco e rispondere rapidamente ed efficacemente alle complesse e variabili sollecitazioni che oggi si susseguono all’interno di una gara, il giocatore moderno ha bisogno del sostegno di una propria chiara e definita identità individuale e di gioco che lo aiuti a orientarsi e a mantenere inalterato il livello delle proprie capacità decisionali, della creatività e della determinazione in situazioni di elevato stress psico-fisico.

Questa considerazione va ovviamente estesa a maggior ragione a chi svolge ruoli di gestione e indirizzo di tutte queste dinamiche così come tecnici, preparatori, dirigenti, responsabili d’area. Definisci il tuo stile quindi, vogliamo farlo insieme.

Il terzo requisito è sicuramente quello dell’innovazione, con il quale termine non ci riferiamo allo sterile inseguire ‘mode’ e tendenze del momento o al ‘cambiare’ per il semplice gusto di farlo, senza preparazione, criterio né prospettive o, ancora, all’utilizzo di nuova tecnologia senza comprenderla né contestualizzarla quanto bensì alla capacità di cogliere e interpretare quelle che sono le reali dinamiche e derive sociali, culturali, psicologiche che si mescolano e interagiscono all’interno dei gruppi di cui siamo custodi e gestori, essendo in grado di operare mantenendo un piede all’interno del loro mondo e l’altro fuori, ben indirizzato verso le prospettive che maggiormente possono influenzarne e favorirne la crescita e il perfezionamento essendo in grado di calibrare, immaginare, inventare nuovi strumenti e scenari formativi.

L’obiettivo con cui nasce TacticalPedia Italia è quindi quello di ricercare nuove strategie e soluzioni nell’ambito della formazione e della ricerca della prestazione che ruotino attorno a questi principi ispiratori, assieme ad altri che individueremo lungo il percorso, mettendo sul campo e organizzando in maniera funzionale i migliori strumenti tecnologici che abbiamo oggi a disposizione e la nostra capacità di relazionarci attraverso di essi.

Vogliamo compiere il primo passo, insieme a te e a tutti i tecnici che vivono questa necessità, verso la realizzazione di un contesto di formazione anche per noi tecnici in cui sia attiva una formazione partecipativa, collaborativa, coraggiosa ed aperta all’ignoto, alla curiosità e alla scoperta.

Vogliamo farlo, assieme a voi non semplicemente condividendo spunti o materiale tecnico e metodologico ma stabilendo relazioni su cui costruire una nostra specifica identità e progettualità, su cui basare le fondamenta di un sapere nostro, condiviso, mai concluso, di cui, siamo convinti, noi saremo i primi beneficiari.

Le soluzioni che abbiamo sviluppato e che vogliamo migliorare, a partire già da oggi anche grazie alle vostre indicazioni e ai vostri suggerimenti, rappresentano degli strumenti volti alla costituzione di un rapporto formativo tra formatore e allievi reciproco, durevole ed efficace.

Strumenti con cui oggi abbiamo tutti molto più dimestichezza rispetto a pochi anni o, in alcuni casi, mesi fa ma che nella forma dei social o nell’episodicità delle tante e lodevoli iniziative individuali o di gruppo non riescono a rappresentare quello che deve essere uno strumento adeguato alle esigenze di formazione continua di cui il tecnico, il professionista e il formatore odierno hanno oggi maledettamente bisogno.

Abbiamo quindi radunato uno staff di professionisti che si adopereranno per costruire il percorso formativo più adatto alle tue esigenze e aspettative.

Per costruire il tuo percorso formativo individualizzato hai già a tua disposizione degli ambienti di formazione, gestiti da uno o più tecnici dello staff TacticalPedia che andranno a coprire le varie aree tematiche e d’interesse.

All’interno di ognuno di essi potrai avere un confronto continuo con i formatori ed i partecipanti dell’ambiente stesso, scambiare e condividere idee e materiale formativo e metodologico, partecipare attivamente ad incontri mensili, contattare mensilmente in video chiamata 1a1 i tuoi formatori, incontrarti liberamente con i partecipanti e/o i formatori in una sala videoconferenze virtuale sempre a disposizione e molti altri servizi e opportunità.

Per tutto il mese di Novembre l’accesso a tutta la piattaforma e tutti gli ambienti di formazione sarà libero e, a partire da Dicembre, con un piccolo costo promozionale potrai continuare a seguire quelli che saranno i temi e gli ambienti di tuo maggior interesse.

A partire dalla prossima settimana sono già in calendario i primi incontri di formazione aperti a tutti con i tecnici del nostro staff.

Visitali subito, conosci il nostro staff e dicci la tua su tacticalpedia.it

Per aggiungere questo contenuto ai tuoi segnalibri devi accedere o registrarti.

By Francesco Ambrosini

I temi affrontati da Francesco in questo articolo possono essere approfonditi direttamente con l'autore nell'ambiente di formazione ESPERIENZE DI GIOCO per quanto riguarda il rapporto con i tecnici e su #STREETFOOT per quanto riguarda la consulenza diretta con Settori Giovanili e Scuole Calcio.

Lascia un commento

Copyright © 2019 TacticalPedia. Tutti i diritti riservati.
TacticalPedia srl – viale Franco Angeli, 30 – Roma – p.iva 15272221001

Termini e Condizioni Privacy Policy
X
X
X